Ambone, Sede e Candelabro per il Cero pasquale per l'Altare Maggiore della Basilica del Volto Santo di Manoppello

 Con la consueta attenzione rivolta alla tutela della patrimonio artistico del territorio di afferenza e forte dell’esperienza derivata dall’aver sostenuto nel 2015 la realizzazione dell’ambone della Cappella Sistina, per la prima volta da quando la stessa Cappella esiste, la Fondazione Pescarabruzzo ha finanziato gli arredi liturgici della Basilica del Volto Santo di Manoppello. Degli arredi fanno parte l’Ambone, la Sede e il Candelabro per il Cero pasquale per l’Altare Maggiore.

Le forme e i decori degli arredi liturgici si sono evoluti nel corso del tempo, intrecciandosi con le correnti artistiche e con le trasformazioni storiche della Chiesa, con i suoi dettami e con le sue regole. Le opere realizzate dall’Architetto Alberto Cicerone rispondono al desiderio del Maestro di tradurre in forma il simbolismo della luce e la trasparenza del “velo della veronica”, ovvero la straordinaria immagine “Acheropita” (non fatta da mani umane), custodita dal 1638 a Manoppello. Solo dei capolavori tratti dal vetro e dal marmo avrebbero potuto inserirsi con tanta attenzione e pregnanza di significati in un contesto basilicale in cui, in uno spazio di grande rigore estetico voluto in ossequio alla regola cappuccina, al centro del presbiterio  si conserva una delle reliquie fondanti della Cristianità. Quel “Volto Santo”, icona del volto espressivo di Gesù Cristo, che è meta di continui pellegrinaggi e che il Rettore, Padre Carmine Cucinelli, nel 2006 ha mostrato personalmente a Benedetto XVI, il primo pontefice della storia giunto a visitare il Santuario di Manoppello per rendere omaggio e culto all’eccezionale reliquia della provincia pescarese. 

Alla celebrazione eucaristica presieduta da S.E. Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto, che ha proceduto alla benedizione degli arredi sacri, hanno preso parte il Rettore del Santuario Padre  Carmine Cucinelli, il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, il Segretario Generale della Fondazione Pescarabruzzo Nicola Mattoscio. Presente anche l’autore delle opere Arch. Alberto Cicerone.

Leggi il comunicato stampa